ATTRAVERSO LA SOGLIA

La chiave è in noi
 
PortaleCalendarioIndiceGalleriaFAQCercaRegistratiLista UtentiGruppiAccedi

Condividi | 
 

 Il mal d'Amore

Andare in basso 
AutoreMessaggio
halu
Admin
Admin
avatar

Numero di messaggi : 81
Età : 47
Data d'iscrizione : 27.02.08

MessaggioTitolo: Il mal d'Amore   Ven Feb 29, 2008 6:34 pm

Cos'è e come nasce il mal d'amore?

Il mal d'amore é la passione che diventa dolore, é quello che i Greci antichi definivano "follia che proviene dagli Dei" (theìa-manìa) che Saffo e Ovidio ben conoscevano.
E' il desiderio travolgente della costante presenza dell'amato, di avere un contatto fisico, di essere approvati, desiderati, di possedere e di essere appagati da un altro.
E' agitazione, insonnia, febbre perdita dell'appetito, mal di cuore.

L'amore che fa male

E' il cosiddetto amore insicuro caratterizzato da:

1) insana gelosia che ci sconvolge, prescindendo dal fatto che il partner sia davvero infedele;
2) rottura angosciante, cataclismatica e spesso con spirito vendicativo;
3) depressione conseguente alla rottura, che ci fa sentire vuoti distrutti come se ci fosse stata strappata l'essenza del nostro essere.

A volte é difficile ammettere che ognuno di noi ha avuto una sua precisa responsabilità nel costruire un "amore malato", quel tipo di amore che in alcune persone particolarmente dipendenti e fragili può portare anche alla morte attraverso il dramma del suicidio-omicidio.

Il mal d'amore è la passione che diventa dolore. E' il desiderio travolgente della costante presenza dell'amato. E' il desiderio di possedere e di essere appagati dall'altro.

Il mal d'amore ha origini lontane, nel particolare rapporto che ognuno di noi ha vissuto con i propri genitori che si concretizza sostanzialmente in due esperienze:
1) attaccamento insicuro e in-certo del piccolo nel primo anno di vita con una figura significativa della famiglia (per lo più la madre);
2) esperienze del vuoto affettivo sperimentato anche come carenza notevole di cure fisiche da parte della figura di attaccamento, con conseguente desiderio di un "Amore Fusionale" ed una sorta di fissazione a questo stadio che impedisce quello che io chiamo l'amore adulto.

L'amore adulto presuppone che ci sia stato un rapporto gratificante e sano tra genitori e figli ed il superamento delle fasi di crescita.
Una chiara consapevolezza della nostra individualità e l'acquisizione di una identità unica, irripetibile, ci porta al confronto con gli altri e quindi anche con il partner in una posizione di pari dignità.
Il mal d'amore l'attaccamento romantico ansioso o l'amore insicuro si nutre dell'ossessione amorosa o dell'eccessivo distacco, che escludono questa pari dignità.
E' come se noi volessimo letteralmente "divorare" la persona amata - l'oggetto d'amore - e a volte non potendo, ce ne distacchiamo in modo freddo, eccessivo, quasi senza ansia.
Comunque sono gli uomini ad essere più fortemente inclini a caldere negli eccessi dell'attaccamento romantico ansioso.
Le donne soffrono meno drammaticamente se il rapporto entra in crisi, ma molto più degli uomini se finisce.
La paura della solitudine e del rifiuto possono essere sottese ad ogni amore insicuro, come la scarsa autostima può essere la base della gelosia che diventa anch'essa una componente essenziale del male d'amore; quest'ultima può nasce-re dalla minaccia vera o presunta della relazione amorosa in atto o da una legittima pretesa di fedeltà sessuale, spesso in assenza di una completa fiducia in se stesso, del partner geloso.

Una possibile guarigione dell'amore insicuro

La sofferenza connessa al mal d'amore può essere un'occasione per ognuno dei due partners per cambiare se stesso e stare meglio godendo di una vita più serena e gratificante.
La depressione connessa alla rottura del rapporto con i suoi correlati di disperazione, rabbia, infelicità, impotenza può essere il momento cruciale per dare una svolta decisiva alla propria vita affettiva e personale.
Alcuni psicologi propongono una strategia per superare e meglio e gestire l'insicurezza sentimentale, al fine di approdare ad un amore cosciente e maturo.
Tale strategia contiene le seguenti raccomandazioni:
1) Accettare i sentimenti dolo-rosi connessi con il nostro modo di legarci alle persone riducendone se mai l'intensità e la frequenza.
2) Avere obiettivi reali e concreti in una relazione senza che questa debba trasformarsi in una estatica e divorante storia d'amore.
3) Mostrare interesse per la gente e quindi per gli aspetti positivi dell'eventuale partner (se mostriamo piacere, avremo pia-cere).
4) Adottare un modello positivo, soprattutto di una persona che rispettiamo, nell'incontro con il nostro probabile partner,
5) Tenere ben presente che quando temiamo di essere rifiutati la profezia si avvererà. Fate in modo che non avvenga, assumendovi la responsabilità del rischio, anche di perdere un potenziale partner che ci piace "troppo".

tratto da psicologiaesalute
Torna in alto Andare in basso
Visualizza il profilo dell'utente http://attraversolasoglia.forumattivo.com
 
Il mal d'Amore
Torna in alto 
Pagina 1 di 1

Permessi di questa sezione del forum:Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum
ATTRAVERSO LA SOGLIA :: Psicologia e filosofia :: Solitudine e mal d'Amore-
Andare verso: